info@cercacommercialista.it Hai qualche dubbio?

Dichiarazione dei redditi

29 Ottobre 2019

La dichiarazione dei redditi è un documento contabile utile per i cittadini contribuenti. La sua funzione è comunicare allo Stato, più precisamente al Fisco Italiano, l’entità dei redditi percepiti durante l’anno solare precedente, sulla quale viene calcolata l’entità delle imposte. Le tasse dovute vengono calcolate sulla base imponibile e sulle aliquote fiscali per ogni imposta. La base imponibile è un importo in denaro (chiamato anche imposta ad valorem) o fisico (imposta specifica), come può essere l’ammontare del reddito. Le aliquote fiscali sono invece le percentuali applicate alla basa imponibile. La dichiarazione dei redditi in Italia si compila con la redazione del famigerato modello 730, consultabile gratuitamente.

Soggetti alla dichiarazione dei redditi

La dichiarazione dei redditi non comprende solo il reddito percepito, ma anche le spese e i costi affrontati dal contribuente, che andranno a collocarsi nella voce delle spese deducibili e spese detraibili. I suddetti costi vengono gestiti in maniera diversa a seconda che si tratti di spese a carico personale o spese a carico della propria attività. Secondo il Fisco Italiano, precisamente secondo il T.U.I.R. (Testo Unico delle Imposte sui Redditi), i soggetti obbligati a presentare la dichiarazione sono solo alcuni dei contribuenti. Si tratta di persone che nell’anno precedente hanno percepito:

  • redditi fondiari
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro dipendente
  • redditi di lavoro autonomo
  • redditi di impresa
  • redditi diversi

La dichiarazione dei redditi varia a seconda del soggetto dichiarante. Quando si tratta di un’impresa, il reddito si calcola sulla base dei pilastri generali di inerenza, imputazione a conto economico, oggettiva determinabilità, certezza nell’esistenza  e reddito di impresa. Ricordiamo che il conto economico è parte del bilancio d’esercizio insieme allo stato patrimoniale.

Esenti dalla dichiarazione dei redditi

Per primi, i contribuenti esenti dalla dichiarazione dei redditi sono tutti coloro che hanno potuto godere di un reddito esente, come redditi forniti dall’Inail per invalidità o decesso, redditi fondiari sotto i 500 euro, assegni per invalidità e di accompagnamento. Sono anche esenti i soggetti che percepiscono un reddito inferiore a una data soglia, divisi per categoria:

  • reddito di lavoro dipendente: 8 mila euro, calcolando il netto dell’abitazione principale
  • terreni e fabbricati sotto i 500 euro
  • pensionati + redditi fondiari + abitazione principale e pertinenze per un ammontare inferiore ai 7500 euro
  • redditi assimilati al lavoro dipendente per i quali le detrazioni non vengono rapportate all’effettivo periodo di lavoro di entità inferiore ai 4500 euro

Come compilare la dichiarazione dei redditi

Il documento più importante della dichiarazione dei redditi è la Certificazione Unica, ex CUD, da richiedere al commercialista o al Caf di riferimento. Si tratta di un documento redatto dal datore di lavoro o ente pensionistico a favore del lavoratore dipendente, autonomo o pensionato, a cui fanno seguito i seguenti documenti:

  • il modello unico o 730,
  • il documento di identità e il codice fiscale del dichiarante e del proprio nucleo familiare,
  • la documentazione relativa a proprietà immobiliari,
  • le certificazioni per i redditi percepiti da lavoratore autonomo e/o occasionale
  • ricevute di versamento per il modello f24, relativo all’acconto Irpef
  • fatture e scontrini per acquisto di farmaci e certificati ad uso sportivo, legale, assicurativo, per malattia o infortunio
  • documenti di crediti di imposta
  • spese funebri
  • spese veterinarie
  • documentazione relativa all’assicurazione sulla vita.